Palazzo Biagio Amico è un grande esempio di architettura barocca siciliana
Home Lavori Lavori Pubblici Palazzo Biagio Amico

Palazzo Biagio Amico




(in Restauri)

Trapani

Uffici Azienda Provinciale Turismo di Trapani

Progetto: S.P. Bulgarella Costruzioni
Prof. Arch. Filippo Terranova
Responsabile cantiere: Geom. Filippo Ferrauto

Palazzo Biagio Amico - Trapani Palazzo Biagio Amico - Trapani

Questo edificio signorile, costruito nel sec. XVIII, esemplare di architettura barocca siciliana, è ubicato in quello che nel ‘600 fu denominato “quartiere Palazzo”. Il palazzo fu residenza di Giovanni Biagio Amico, indiscutibile caposcuola degli architetti trapanesi del ‘700, figura emblematica nel periodo che segnò il passaggio dal barocco al neoclassicismo: a lui si devono molte opere di quel periodo e, tra queste, la bellissima quinta scenica del prospetto della Chiesa del Purgatorio, immediatamente adiacente al Palazzo.

Palazzo Biagio Amico si trova ad angolo tra la via S. Francesco d’Assisi, su cui insiste il prospetto principale, e la via Verdi. Il piano terra presenta bucature incassate nel basamento a bugne che arriva fino al piano ammezzato; al di sopra, la facciata è intonacata sino all’attico di coronamento con cornice in pietra lavorata che si monumentalizza nel cantonale bugnato e decorato con fascia marcapiano. Di forma poligonale, l’edificio presenta una corte centrale al piano terra ed elementi iconografici significativi quali il portale con motivi fitomorfici, un elegante androne e un porticato.

La facciata regolare, ulteriormente arricchita dai balconi del piano nobile, è caratterizzata dal portone d’ingresso con arco monumentale in pietra lavorata che dà adito ad un piccolo atrio che si apre sulla corte interna, anima di luce per l’intero palazzo. Coronato, da un lato, dal porticato di lisce colonne sormontate da fastosi capitelli, il cortile consente l’accesso alla scalinata, delimitandolo con due colonne portanti che fronteggiano l’unica colonna risalente all’originaria edificazione.
Le scale trapanesi, autoportanti e realizzate nella tipica pietra “misca”, salendo tra i grandi muri su cui si aprono una sorta di piccoli oblò, si fermano sui pianerottoli che danno sul cortile e che, insieme alle finestre interne, illuminano il cuore dell’edificio.

Da qualche anno, Palazzo Biagio Amico rivive grazie ad un accurato restauro: volumi, luci, tagli, particolari, tutto conserva quell’atmosfera di sereno benessere che il recupero ha consentito di riscoprire in tutta la sua gradevolezza e che, oggi, accoglie visitatori e turisti, riportandoli indietro nel tempo.

BULGARELLA COSTRUZIONI P.I. 02062720814 | Trattamento dati personali - Cookie Devitalia